RESPIRAZIONE POTENZIANTE PER
CICLISMO SOTTO SFORZO

Impara l'unico metodo di respirazione rigenerativo che ti permette di aumentare le prestazioni fin dal primo allenamento solo modificando la meccanica respiratoria.

La vera difficoltà di un atleta è quella di riuscire a spingere al massimo anche quando è stanco.

- evitare di staccarsi dal gruppo perché non ne può più

- gestire i crampi alle gambe

- resistere senza calare il ritmo mantenendo la mente lucida

- reagire e ritrovare la carica quando ha voglia di fermarsi

- spingere il corpo al massimo con la sicurezza di essere in grado di recuperare dallo sforzo intenso.

- riuscire ad abbassare il battito cardiaco ed evitare di sentirsi scoppiare il torace.

Come ho creato un metodo che è già stato in grado di aiutare
più di 1000 atleti a spingere al massimo solo modificando la respirazione.

Devi sapere che esistono due grandi tipi di recupero:

1 Recupero Fisiologico, dettato dalla preparazione atletica, basato sulla preparazione atletica.

2 Recupero Meccanico, dettato solo da una respirazione guidata specifica.

Vuoi sapere qual' è il più potente?

Immagina di avere un corpo perfetto, di correre a tutta e quando hai il fiatone ti chiudi una narice, che succede?

Inizi a respirare con la bocca in modo disperato perché non respiri abbastanza, hai paura di soffocare; ti manca l'aria.

Invece se ti abitui a respirare con una narice sola che succede?

Riesci a respirare in modo naturale perché sei già abituato e sai come fare.

Il cervello non va più in allarme perché conosce già questa situazione.

Nessuna paura, nessuno spasmo, ma sicurezza e consapevolezza totale.

Se per caso stai pensando alle classiche tecniche di respirazione diaframmatica o polmonare  da fermo proposte anche nei peggiori discount di Caracas come se fosse l'innovazione del secolo ti sbagli di grosso.

Se fosse cosi facile lo farebbe chiunque!

Con ciò non intendo dire che non servono, ma...

Quando pedali a tutta non sei fermo seduto a guardare le farfalle, hai il corpo che spinge al massimo, il cuore che batte fortissimo un bisogno d'aria maggiore.

Anche se hai un'ottima elasticità respiratoria ma respiri erroneamente, sprechi energie.

Detto ciò, se vuoi spingere il corpo al massimo, devi imparare a respirare quando spingi, e non quando sei seduto non credi?

Ragionamento al quanto matematico, ma non scontato per molti.

Adesso ti spiego come sono riuscito a codificare un metodo scientifico utile per aumentare le prestazioni fisiche solo dopo un'ora di allenamento.

Risultati solo un'ora di allenamento? Pensi sia impossibile?

Se fosse facile lo farebbe chiunque!

Se non fosse possibile leggeresti questa pagina per fare una figura del buffone e buttare 15 anni di lavoro?

Solo uno scemo potrebbe lo farebbe.

I testimoni ci metterebbero la faccia dicendo che il metodo funziona alla grande?

Assolutamente no!

Mi sono serviti 15 anni per codificare in modo completo un metodo unico che travolge totalmente le prestazioni sportive.

Stiamo parlando di un metodo scientifico apprendibile anche a distanza su skype.

Come è possibile?

Stiamo parlando di meccanica umana respiratoria.

Gli allenamenti vengono svolti sempre su rullo, quindi la differenza è solo la distanza fisica, ma il risultato è uguale.

Quando giocavo a calcio da ragazzino mi hanno detto di fare respiri profondi per recuperare.

Quando ero un pugile agonista mi hanno sempre detto di fare respiri profondi per recuperare.

Respiravo a caso con la bocca aperta per recuperare pensando fosse cosa giusta.

"Fai bei respiri profondi cosi recuperi meglio"...

Solo dopo quando era troppo tardi ho compreso che è una stronzata allucinante perché crea uno scompenso fisiologico e organico disastroso.

Quando facevo pugilato agonistico mi allenavo duramente 6 giorni su 7.

In palestra avevo un fiato da vendere, ma poi ugualmente rimanevo senza fiato.

Per allenarmi al meglio correvo ore a piedi ai colli assieme  ai calciatori, ma poi ugualmente in gara rimanevo spompato.

Un corpo perfetto super allenato che rimaneva spompato dopo poco al punto di buttare mesi di preparazione.

Non capivo dove sbagliavo. Non aveva senso logico!

Non so se capisci cosa provavo: sconforto, rabbia e una gran voglia di abbandonare tutto.

LA PREPARAZIONE ATLETICA

Matematicamente era impossibile, quindi davo la colpa a me stesso.

Alcuni mi dicevano che dovevo allenarmi di più.

Più di cosi? Perché in palestra avevo fiato a volontà?

Nello sport vive molto la famosa frase "In allenamento tutti campioni, e in gara diventano c...."

Alla fine ho smesso la mia attività agonista, ma l'ossessione di capire perché accadeva questo mi ha portato a studiare e fare ricerche incessabili ed estenuanti.

Dopo 15 anni di studio, ricerche e migliaia di test con atleti di vari sport e età, ho capito quali erano stati i miei errori, come superarli e soprattutto come evitarli.

Ho dovuto analizzare ogni singolo movimento esterno e interno del corpo per comprenderlo.

Ho studiato i processi mentali e fisiologici per comprenderne il nesso, usando la palestra come laboratorio prestazionale.

Alla fine ho ideato delle metodologie strategiche, specifiche per aumentare le prestazioni entrando nel famoso stato di Flow che collega profondamente mente e corpo.

Un metodo che ti permette di amplificare le prestazioni da subito come se fosse un pulsante che accende e spegne i motori.

Un metodo che si adatta in modo perfetto ai movimenti specifici di ogni sport soddisfando le esigenze dell'atleta.

Questi strumenti ultra-performanti mi hanno portato ad allenare campioni del mondo di diversi sport.

Ho avuto la possibilità di volare in Irlanda e insegnare i concetti del Metodo Flow nella palestra dove si allena Conor McGregor.

Matematicamente era impossibile, quindi davo la colpa a me stesso.

Alcuni mi dicevano che dovevo allenarmi di più.

Più di cosi? Perché in palestra avevo fiato a volontà?

Nello sport vive molto la famosa frase "In allenamento tutti campioni, e in gara diventano c...."

Dopo anni che ha girato l'Italia facendo corsi di questo genere,  mi sono catapultato nel ciclismo e ho iniziato a collaborare con diversi preparatori atletici del settore per oltre un anno per riuscire ad adattare il metodo a questo sport.

Il pilastro fondamentale è stato Enrico Lazzaro della palestra Multisport di Spinea, preparatore atletico molto competente di molti ciclisti.

Dopo oltre un anno sono riuscito a codificare il metodo completo per quanto riguarda il ciclismo per adattare ogni tipo di respirazione per gestire ogni situazione sotto sforzo.

Insieme abbiamo analizzato ogni singola mossa, testato e monitorato ogni tipo di sforzo fino all'ossessione. Ovviamente il primo a testarlo ero io.

Se funziona su un corpo non allenato come il mio, figuriamoci in un atleta preparato.

Volevo comprendere ogni meccanismo fino a riuscire a spiegarlo, renderlo comprensibile e insegnarlo in modo semplice.

D'altronde il mio compito è spiegare cose difficili in modo semplice.

Alla fine ci sono riuscito e ho raggiunto il mio sogno!

VEDIAMO ADESSO ALCUNE NOZIONI SCIENTIFICHE

Sapevi che la FAME D'ARIA non esiste, ma è solo una percezione?

Sapevi che Respirare con la BOCCA APERTA è sbagliato e controproducente?

La fame d'aria non esiste realmente.

Quando si introduce troppa aria nei polmoni, si riempiono e quindi non c'è più lo spazio necessario per far entrare quella nuova.

Non si può riempire un vaso pieno.

Prima bisogna svuotare, creare lo spazio necessario.

Stesso processo vale nei polmoni!

Sapevi che l'INSPIRAZIONE attiva il sistema simpatico, quindi alza il battito cardiaco?

Sapevi che l'ESPIRAZIONE attiva il sistema parasimpatico, quindi abbassa il battito del cuore?

Seguendo questi principi è possibile correre abbassando il battito cardiaco anche di 5 battiti in meno applicando una respirazione strategica.

Ripeto: Immagina di correre per 100 km con 5 battiti del cuore in meno, come ti sentiresti?

Una figata vero? E questo puoi solo dopo un'ora di allenamento. NO mesi, una sola ora.

Qui puoi vedere alcuni messaggi ricevuti dopo aver svolto delle sessioni.

 

Vediamo le conseguenze negative di una respirazione sbagliata:

❌ Aumento del battito cardiaco
❌ Aumento della temperatura corporea
❌ Aumento delle tossine metaboliche
❌ Aumento dell’acido lattico
❌ Aumento del volume residuo
❌ Fame d’aria e fiato corto
❌ Diminuzione della resistenza

Se esiste un verso, vuol dire che esiste un inverso, l'opposto.

Quindi se respirando a caso, in modo scorretto ho questi danni irreversibili, l'opposto significa trasformarli in vantaggi, quali.

Diminuzione del battito cardiaco (almeno 5 battiti)
Diminuzione della temperatura corporea
Eliminazione delle tossine metaboliche
Riduzione della produzione dell'acido lattico.
Riduzione del volume residuo
Soddisfazione del fabbisogno di ossigeno
Aumento della resistenza

Non a caso respirare con la bocca invece crea disidratazione, in più non si riesce a calibrare la quantità di aria in entrata.

Ma questo fantomatico Metodo Flow ha delle basi scientifiche?

Assolutamente sì.

Oltre alle basi scientifiche è anche stato testato su migliaia di persone, puoi vedere le loro testimonianze.

Le recensioni sono tutte positive.

Sono riuscito a potenziare gli effetti metabolici con il  Metodo Flow partendo con la codifica del recupero rigenerativo.

Grazie a questo lavoro di condizionamento psicofisico forzato è possibile dimezzare i tempi di recupero solo modificando la meccanica respiratoria.

Perché il metodo flow è cosi efficace?

Il Metodo si basa anche sulle codifiche dei codici istintuali, i quali lavorano sugli impulsi emotivi mentali e combustione tra ossigeno e anidride carbonica in modo sorprendentemente e rapido.

Immagina di poter acquisire un integratore potentissimo inesauribile...

Non sarebbe bello diventasse parte integrante di te?

Un integratore potentissimo incorporato come se avessi il turbo integrato sempre pronto all'uso in qualsiasi momento.

Riassumiamo velocemente...

- Il nemico peggiore da combattere NON è quello che abbiamo davanti, ma quello che si trova dentro di noi.

La nostra mente e il nostro respiro.

In che senso?

- Non puoi pretendere di spingere il corpo al massimo se respiri male perché è come correre in autostrada a tutta in quarta.

La macchina va fuori giri e rischia di bruciarsi.

Stesso meccanismo avviene nella prestazione sportiva.

Il Metodo Flow ti insegna il modo esatto per mettere la quinta per correre di forte e consumare il meno possibile.

Potrai acquisire quella sicurezza interiore di saper recuperare in tempi brevi anche se vai fuori soglia.

Ma "Il Metodo Flow" funziona davvero?

Potrei mostrarti tutte le testimonianze di persone che hanno già provato il percorso e ne sono entusiasti (se vuoi leggere le loro testimonianze le trovi più avanti su questa pagina).

Quello che mi preme spiegarti è che "Il Metodo Flow" si poggia su basi concrete.

Nasce dallo studio dell'ipnosi e tecniche di PNL.

Probabilmente starai pensando che cavolo centra l'ipnosi con il ciclismo?

Non abbiamo solo un battito cardiaco che viene alterato quando è "sotto sforzo", ma anche le onde del cervello.

Esiste un linguaggio del corpo, e come le emozioni influenzano il corpo, le funzioni organiche, sudorazione ecc. conoscendo queste funzioni è possibile gestirle a proprio favore

Ma che stregoneria è mai questa? Come funziona?

Attivando il tuo istinto attraverso la respirazione, le persone ti chiederanno: "Ma come fai a spingere cosi? Come riesci a recuperare in modo cosi veloce?"

RICORDA: Ogni abilità può essere appresa, allenata e resa un'abitudine.

Pensa alla prima volta che hai guidato... Ti sei seduto, hai regolato il sedile, lo specchietto, la distanza dal volante, lo specchietto di nuovo, guardato qual'era il freno e la frizione, poi il freno, poi la frizione...

Poi hai imparato come funzionano i pedali, quando usare il cambio, la freccia...

Quanta fatica hai fatto? Adesso guidi mentre fai tutt'altro.

Non ci pensi nemmeno, sei capace di tornare casa e pensare... ma, come ho fatto?
Ho guidato io?

Ah... accade perché vai in trance...

Lo stesso può accadere mentre spingi il tuo applicando usando il Metodo Flow.

Questi sono alcuni degli atleti che hanno seguito "Mentalità Vincente"
... e guarda caso, hanno tutti la cintura
🙂

Vabbè, grazie, ma io non sono un fighter,
non devo salire sul ring a menare le mani...

Come ti ho già detto, il combattimento inizia prima dentro di noi.

Se sai gestire il tuo respiro quando stai spingendo a tutta, sarai in grado di gestire le tue emozioni( maggior calma, sicurezza, lucidità mentale, determinazione, coraggio, elasticità mentale).

Sono tutte abilità indispensabili per un atleta.

Se crei delle associazioni depotenzianti allo sforzo, perdi in partenza.

Al contrario se sai come creare dei collegamenti potenzianti con lo sforzo fisico, sarai in grado di aumentare la resistenza in pochi secondi.

Non ci credi?

Quando sei demotivato o triste ti mancano le forze, la stanchezza fa da padrona, ti possiede.

Se sei felice, il corpo ha più forza.

Perché? Perché la mente comanda, e il respiro è il tramite!

Se sai come usare il respiro attraverso l'uso dei codici istintuali, potrai donare potenza al tuo corpo e alla tua mente a comando.

Quante volte ti sono mancate le forze perché la mente ha ceduto?

Hai perso quella determinazione necessaria per resistere, è arrivata la paura di non farcela e ti sono arrivati i crampi alle gambe?

Se ci pensi sai che fisicamente potevi farcela, ma qualcosa ti ha impedito di farlo.

La risposta è semplice " Sforzo - emozioni - respirazione"

 

Spesso ci creiamo delle ombre, dei nemici virtuali che ci devastano, ci impediscono di agire, ci rendono incapaci di esprimere noi stessi.

Il Metodo Flow è formato da una serie di elementi come:

saper gestire le emozioni nei momenti difficili

conoscere il proprio corpo e spingerlo oltre i propri limiti

sapere recuperare in tempi brevi dopo uno sforzo massimo

rimanere lucidi quando il corpo è stremato

abbassare il battito cardiaco

ridurre la produzione di acido lattico

Sembra interessante... ma come funziona?
Cosa comprende il "Master Mentalità VincenteCOMPLETO"?

Il Metodo è un protocollo preciso formato da 5 allenamenti in cui potrai riscontrare risultati tangibili fin dal primo allenamento.

Ormai a questo punto sono sicuro che avrai compreso dell'efficacia e della concretezza del metodo Flow.

Ma perché Flow? Perché crea un "flusso" interno nella persona di energia, utile per rendere più fluidi i movimento sotto sforzo e percepire meno la fatica.

I primi allenamenti si imparano le tecniche, poi alzando il livello anche le strategie.

Come un pilota deve saper usare in modo corretto le marce della macchina, un atleta deve saper usare le marce respiratorie per rendere al massimo con minimo sforzo.

Non siamo solo corpo, e non siamo solo mente.

Siamo e corpo e mente, e il Metodo Flow è il propulsore!

Se vuoi recuperare velocemente dopo uno sforzo non devi diminuire la spinta, ma rigenerare.

Questi risultati straordinari sono possibili perchè il Metodo Flow si basa sulla respirazione detta "rigenerativa meccanica" e non su quella naturale e fisiologica di cui sei abituato.

Il Metodo Flow che insegno ai miei corsi è la somma di una serie di tecniche innovative di "respirazione meccanica" che ti permettono di recuperare in tempi record lo sforzo sostenuto anche se sei poco allenato!!

GUARDA COSA DICE CHI LO HA PROVATO DI PERSONA

ECCO PERCHE' IL METODO FLOW E' DIFFERENTE DA TUTTE LE ALTRE TECNICHE DI RESPIRAZIONI CHE TI HANNO INSEGNATO

Chiariamo nuovamente, che la Preparazione Atletica è necessaria, senza la quale non si potranno mai avere top prestazioni.

MA....

La combinazione perfetta per ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo è quella di sostenere un'ottima preparazione fisica affiancandola con un sistema scientifico del Metodo Flow.

Questa combinazione perfetta ti permette di lavorare in modo ottimale e funzionale a livello energetico, emotivo, ormonale, cellulare e muscolare.

I Risultati straordinari che RIUSCIRAI ad ottenere, non potrai mai ottenerli lavorando con il solo recupero fisiologico.

Il corpo umano è una macchina perfetta, e il Metodo Flow è la cassetta degli attrezzi per farlo funzionare al massimo con minimo sforzo.

Il Metodo Flow completo è formato da 5 allenamenti, ma è l'unico sistema nel mercato che ti garantisce risultati tangibili fin dal primo allanemento.

Solo dopo la prima ora cambierai completamente il tuo approccio con la fatica quando pedali.

In più il vantaggio incredibile che forse non hai ancora valutato?

Non finisce mai perché è inesauribile.

Una una volta acquisito sarà tuo per sempre e nessuno te lo potrà portare via.