Come respirare Mentre si Gioca a Tennis e aumentare la resistenza

Come respirare Mentre si Gioca a Tennis e aumentare la resistenza

Sapevi la respirazione nel tennis condiziona la fluidità dei movimenti delle braccia e delle gambe in modo considerevole?

Questo avviene perché ogni respiro lavora sulle emozioni e livelli ormonali, modificando la connessione tra corpo e mente.

Significa che se respiri nel modo corretto, con i tempi giusti e con la corretta calibrazione, le spalle e il braccio girano meglio, le gambe sono più scattanti e leggere, e la mente è più concentrata anche sotto pressione.

Al contrario, se durante il gioco la tua respirazione è disordinata e casuale, rischi di perdere la precisione, appesantire il corpo e offuscare la tua mente facendo più fatica del dovuto.

Ne vale la pena?

Immagino la risposta.

Eliminando le Falsità sulla Respirazione nel Tennis

È ora di fare chiarezza su un concetto cruciale: la respirazione durante il gioco.

Ancora oggi si sente parlare di respirazione diaframmatica, quadrata o triangolare, ma ciò che molti trascurano è che nel tennis non si è fermi seduti, bensì in costante movimento.

Non ha senso allenarsi alla respirazione da fermi quando, in realtà, il gioco richiede una respirazione dinamica.

Migliorare il benessere è importante, ma non ti insegna a respirare sotto pressione.

Poi se entriamo in alcuni consigli trovati nel web peggio che peggio.

Alcuni propongono di respirare facendo la “AAAAAAAAA”, senza sapere che questa vocale contrae il diaframma.

Altri dicono di inspirare dal naso in fase di apertura, buttare fuori l’aria dalla bocca prima di impattare (vuoto polmonare) ed impattare in fase di pausa.

Io rabbrividisco a questo perché mancano le leggi della fisica per quanto riguarda la respirazione mentre si gioca, le quali sono necessarie per capire come sfruttare tutto il movimento del corpo con maggior potenza e minimo sforzo.

Quando si parla di respirazione in action serve capire:

  • Quando: il momento giusto durante il gioco
  • Quanto: la pressione esatta da applicare
  • Come: il suono e la quantità di aria da utilizzare
  • Perché: quali codici istintuali ed emotivi sono attivati
  • Sincronicità di Gioco: la connessione tra respiro e azione
  • Flusso dell’Aria: come regolare il flusso per una performance ottimale

In più per sfruttare al massimo la potenza della respirazione nel tennis serve conoscere i codici istintuali, e come questi agiscono sul corpo e mente immediatamente.

Per questo nei miei training passo subito al lato pratico per far apprendere e sentire il potere della respirazione Flow.

Non faccio fare mai fare esercizi di respirazione da fermo, ma tutti in movimento, garantendo risultati fin dal primo allenamento.

Come respirare durante una partita?

Anche quando sei in mezzo alla partita, ci sono consigli diffusi che vanno riconsiderati alla luce della scienza e della logica.

Alcuni sostengono che sia meglio inspirare ed espirare attraverso la bocca, poiché consente all’ossigeno di circolare meglio e alimentare i muscoli in modo più efficace.

Questa è pura follia!

Respirare con la bocca, oltre a causare disidratazione, introduce aria in modo disordinato, appesantendo i polmoni e, di conseguenza, il corpo.

Il tennis richiede leggerezza, concentrazione sotto pressione e precisione nei colpi, e la respirazione con la bocca compromette tutto questo.

La corretta tecnica per respirare nel tennis è la seguente:

  • Inspirare con il Naso: in modo calmo e regolare
  • Espirare con la Bocca Semi Chiusa: per mantenere il flusso costante

L’inspirazione deve essere calma e regolare, perché un respiro troppo forte invia al cervello il segnale di mancanza di aria, generando un “codice di paura”.

Il cervello, se bombardato continuamente da segnali di paura, reagisce come se tu fossi effettivamente spaventato, bloccando le gambe e il respiro.

Quali vantaggi posso ottenere imparando a respirare mentre gioco?

Respirare sotto pressione è un’arte che tutti posso apprendere, basta seguire i processi giusti.

Il fiato corto e rigidità non sono segni di debolezza, ma un campanello d’allarme che il tuo corpo non sta respirando nel modo giusto.

Non a caso attraverso l’apprendimento di tecniche di respirazione ‘in action’, puoi ottenere:

  • Concentrazione massima sotto pressione
  • Mantenere la calma e la focalizzazione nei momenti critici.
  • Controllo ansia da prestazione
  • Motivazione intrinseca, indispensabile a migliorare costantemente, indipendentemente dalle circostanze esterne.

Il corpo è una macchina perfetta, e la respirazione è la chiave.

Come un motore senza benzina non funziona, anche un corpo senza ossigeno non rende.

Per questo imparando a respirare nel modo corretto quando sei sotto pressione, a livello fisico puoi avere:

  • Gambe più scattanti e leggere.
  • Resistenza fisica per tutta la durata della partita.
  • Rilassamento attivo durante la partita.
  • Recuperare in tempi record
  • Flow psicologico in campo per raggiungere uno stato di massima concentrazione e prestazione.

Questa non è magia, ma quanto sfruttare al meglio le proprie potenzialità fisiche e mentali.

Il Metodo Flow ti insegna a sincronizzare mente e corpo attraverso la respirazione mentre corri, trasformando completamente il tuo modo di giocare.

Sarà la tua competenza eterna che potrai usare come e quando vuoi, devi solo aprire la mente all’evoluzione, e apprendere questo nuovo metodo.

Clicca il tasto qui sotto per imparare a respirare mentre giochi a tennis, e sfruttare al massimo la potenza del tuo corpo e avere massima concentrazione sotto pressione.

👉CLICCA QUI

Emanuele Zanella – Mental Coach
Esperto nello sviluppo delle performance fisiche e mentali

Leave a comment