Il percorso che ha aiutato i miei atleti a conquistare titoli nazionali e internazionali.

FORGIA LA TUA MENTALITÀ DA VINCENTE E SALI SUL RING CON L’ATTEGGIAMENTO DI UN VERO CAMPIONE…

Perché lo so che in allenamento sei un Leone e poi sul ring fai sempre la figura del coglione.

Impara le tecniche mentali più efficaci per sovrastare i tuoi avversari fisicamente e mentalmente.

In palestra un campione, e sul ring un coglione…

In palestra azioni strepitose, e sul ring i colpi non partono…

Per combattere da campioni, non basta avere un corpo super allenato, ma serve avere anche una mente concentrata e lucida se vuoi fare la differenza!

Per fare questo non serve saltare la corda, correre ore o fare sacco urlando come un cane inferocito.

No… solo un folle può pensare questo.

Il cervello è un muscolo, e per rinforzarlo serve allenarlo nel modo giusto.

Perché?

Tutti sanno allenare il corpo, ma nessuno sa allenare la mente perché pensa ancora sia inutile.

Poi però salgono sul ring accecati, rendono la metà e arrivano i dolori.

Il principio di Pareto afferma che la percentuale delle prestazioni è pari a 80/20, cioè 80 testa e 20 tecnica.

Gli studiosi dalle ultime ricerche hanno portato questa percentuale a 90/10 smentendo il principio di Pareto stesso.

Perché Cus D’amato allenava la mente di Tyson?

Cus D’Amato sosteneva che la boxe fosse fatta solo di manipolazione, guerra psicologica.

Per lui il 90% della boxe era psicologico non fisico.

Cus era un genio della mente, sapeva molto bene come spronare la psiche e calibrare le emozioni belle e brutte in modo analogico senza essere un analogista.

Cus quando conobbe Mike vide in lui la stoffa del campione e iniziò ad allenarlo sia mentalmente che fisicamente fino a farlo trasferire definitivamente a casa sua.

Cus forgiò l’animo e la mente di Mike al combattimento in modo esemplare senza tralasciare mai nulla al caso, penalizzando l’istanza inconscia come un vero chirurgo della mente.

Non a caso Cus adottava tecniche di stimolazione emotiva per allenare Mike a convogliare l’energia prodotta dove voleva lui, cioè nel suo obiettivo.

Per fare questo passaggio servono competenze, non è possibile attivare emozioni negative senza avere controindicazioni, senza competenze nei processi della mente.

Nel percorso “La mente del guerriero” puoi apprendere come stimolare la mente inconscia per combattere con la massima potenza, imparando a calibrare la giusta dose di energia tra la mente conscia e inconscia!

Esiste la manipolazione mentale?

Certo che esiste!

Cus lo faceva continuamente con Tyson, e se vuoi sapere la verità, lo fanno tutti gli allenatori, e tutti gli atleti continuamente!

Immagino il tuo stupore in questo momento, ma questa è la verità.

Quando si sente questa parola, si ha come l’impressione di fare qualcosa di brutto, di oscuro perché si entra nella mente delle persone per cambiare le loro idee, pensieri ecc.

In realtà è così!

È inutile girarci attorno, è così, punto!

Quello che voglio che tu comprenda, è che ogni atleta che in palestra è bravo, e in gara è un coglione, è perché manipola le sue idee, le proprie percezioni installando nella mente dei file corrotti, falsi e controproducenti.

Capisci che la manipolazione avviene continuamente si o no?

Ti dirò di più!

Quando un allenatore cerca di calmare o incoraggiare il proprio allievo, quindi vuole fargli cambiare idea, secondo te non lo sta manipolando?

Rispondo io per te. SI!

Il problema è che se l’allievo non supera quel blocco, la manipolazione è stata negativa.

Se esce dal blocco invece è positiva.

Punto!

Non ci sono cazzi, è così e basta!

E come viene fatta la manipolazione?

Dalle parole, dal linguaggio.

Per questo ho preparato una guida passo passo per rendere la tua mente una roccaforte inespugnabile, e capire come evitare di fare danni con le parole.

Un book scritto in modo semplice e diretto per capire come dare input potenti e diretti alla mente in modo funzionale.

Nervi saldi o getti la spugna?

La differenza tra un campione e un’atleta mediocre sta nel riuscire a mantenere i nervi saldi e una mente lucida nei momenti difficili.

Rimanere calmi anche in mezzo alla tempesta, resistere e mantenere la calma quando non va come vorresti.

Se non sai fare questo, il rischio è di allenarsi duramente, sudare, fare tanta fatica per raggiungere un obiettivo, e poi fare cilecca sul ring perché non riesci a sostenere il peso del match.

Quante volte ti è successo di allenarti perfettamente, ma combattere con la testa altrove e fare cilecca?

In palestra battevi i più forti, e poi sul ring le prendi dai più scarsi.

Sfortuna?

Lo sai anche tu che la fortuna non centra!

In questo percorso trovi il condensato di 16 anni di studio e di pratica per allenare la Tua mente nel migliore dei modi e salire sul ring combattendo con la stessa tranquillità che combatti in palestra.

Saprai gestire le emozioni e lo stress nello spogliatoio come mai prima d’ora, trasformando la paura in energia propulsiva.

In questo percorso “La mente del Guerriero” impari:

– sciogliere le tensioni in eccesso
– evitare di sprecare energie inutilmente
– recuperare velocemente all’angolo
– riprogrammare la mente per vincere
– rimanere presenti sul ring fino alla fine
– allenare la concentrazione per restare lucido fino alla fine

Combattere con nervi saldi serve esperienza, carattere, ma sono caratteristiche che possono essere allenate velocemente seguendo i giusti metodi.

In questo percorso avrai tutte le info necessarie per capire come allenare queste caratteristiche fino a farle diventare normali.

“Smetti di cercare la pillola magica,
MA impara a scavare dentro di TE!”

“In palestra mi sento Tyson, ma sul ring mi sento Biancaneve”

In palestra un campione, e sul ring un cogli@ne…

Quante volte sei salito sul ring preparato in modo eccellente, ma poi sul ring ti sei scordato tutto?

Anche i colpi più semplici diventano complessi.

Il maestro parla dall’angolo, ma tu non sentivi nemmeno una parola?

Ti sei mai chiesto quanto costano questi errori?

Cosa pensi di te quando non riesci a combattere come dovresti?

– Che non hai la stoffa…
– Che non sei abbastanza bravo…
– Che sei poco allenato…
– Che non hai carattere…

TUTTE STRONZATE!

Il problema è che non sai come funziona la tua mente, come processa, e quanta energia sprechi nello spogliatoio prima di una competizione!

In pratica combatti il nemico sbagliato!

Il tuo avversario più temibile non è quello che è davanti a te, ma quello che sta dentro di te che devi imparare a vincere!

Ti sei chiesto quanto ti costa perdere?

Dai, siamo sinceri.

Perdere perché ti blocchi sul ring ha un prezzo altissimo.

Ti fa sentire uno stupido, un incapace.

Quello che forse non sai, è che questi errori rischiano di associare il ring a fallimento, al blocco, e quindi creare una neuro-associazione negativa nel tuo inconscio.

Significa che si crea un meccanismo malefico controproducente, in cui più ti alleni e meno rendi.

Si hai letto bene.

Più ti alleni e meno rendi.

Cosi facendo non solo perdi il gusto di combattere, ma anche la tua autostima va lesionata perché non ti diverti più.

Lo sport è un gioco, ma se non ti diverti hai perso in partenza.

A tutti i miei allievi insegno che devono divertirsi perché è una loro scelta, un loro desiderio essere lì sopra.

Ovvio, un conto è dirlo, e un conto è riuscire a farlo.

Grazie alle strategie mentali che imparerai in questo percorso, potrai comprendere come rompere gli schemi limitanti che ti limitano sul ring, e combattere con un atteggiamento da campione, sicuro e deciso senza più dubitare delle tue capacità.

Quando sarai sopra il ring, ti sentirai presente e libero mentalmente.

L’assenza mentale, il virus del fighter!

Avere un corpo perfetto con la mente annebbiata è come elaborare il motore e lasciare la centralina spenta.

Non sei sei presente, significa che sei assente.

Quando sali sul ring devi essere presente con la testa e con il corpo.

Non hai tempo di pensare troppo perché inizi le classiche “esitazioni”:
tiro il destro o sinistro?
non lo prendo, avanzo o no?

Tutto questa confusione ti porta a bloccarti, a NON agire più in modo fluido come in palestra, ad aspettare e aspettare senza tirare colpi, quindi lasciando la possibilità al tuo avversario di dominarti.

Allenando la mente nel modo corretto, saprai rimanere presente eliminando quei momenti di vuoto per sempre, tirando colpi in piena fluidità!

Sarai sempre presente mentalmente;

Sentirai le parole del maestro, e vedrai i colpi del tuo avversario con una lucidità incredibile senza avere cali di concentrazione improvvisi.

Saprai esattamente dove sei e cosa fai in ogni momento del combattimento, godendoti ogni azione, ogni colpo!

Cosa vuol dire stimolare l’inconscio?

Devi sapere che addestrare la mente ad entrare in stati alterati di coscienza è uno dei passi essenziali per avere accesso a tutto il tuo sapere a velocità impressionanti, quindi automatiche.

Il guerriero ha pazienza, sa aspettare senza innervosirsi, è resistente, è lucido in mezzo alla bufera e ha un intuito sviluppato.

Queste non sono doti magiche, ma solo questione di allenamento.

Devi sapere che la mente ha un potere enorme, solo che questo è inespresso perché siamo stati educati a far funzionare solo la parte razionale.

Come nell’immagine puoi notare quanto sia importante accedere all’inconscio per combattere al meglio delle proprie abilità

Se alleni la mente nel modo giusto hai accesso a doti incredibili che nemmeno immagini!

Allenando la mente prendi confidenza con lo STATO DI FLOW, che significa agire senza pensare, facendo la cosa giusta al momento giusto.

Cosa serve il Metodo Flow nel Combattimento?

Questo è il Metodo di respirazione performante che ti permette di esprimere al meglio il tuo potenziale nel combattimento perché collega corpo e mente nel modo corretto.

Ci hanno sempre insegnato a buttare fuori l’aria quando tiriamo i colpi, ma nessuno ci ha mai insegnato come, quantità, durata, pressione con cui respirare.

Questo è un errore gravissimo che sempre più persone stanno rimediando perché hanno compreso che respirare in modo casuale e quindi errato comporta una notevole diminuzione delle prestazioni.

Per spingere il corpo al massimo ci sono migliaia di teorie innovative basate sull’integrazione chimica, preparazione atletica ecc…

Tutte innovazioni straordinarie, ma che non lavorano emotivamente e organicamente sull’atleta in modo esaustivo mentre combatti.

Sono nel mondo dello sport da quando ero ragazzino, e sappiamo bene che  l’atleta vuole risultati concreti più velocemente possibile, no storie.

Il rischio direttamente collegato a respirare in maniera tradizionale durante allenamento è trovarti sul ring con la meccanica respiratoria sbagliata.

Questo in molti casi porta:

  • braccia e gambe pesanti
  • aumento della fatica
  • mancanza d’aria
  • stanchezza fisica e mentale
  • paura di non arrivare alla fine

e tutto questo succede pur avendo una preparazione fisica e tecnica eccellente.

Sconfortante vero?

Ma quali sono i vantaggi della respirazione Flow?

 Braccia e gambe più leggere
 Colpi più fluidi e potenti
 Aumento della resistenza
 Riduzione della produzione dell’acido lattico.
 Lucidità mentale e precisione
 Assorbire meglio i colpi dell’avversario

Questi risultati li hanno ottenuto tutti gli atleti che lo hanno imparato:
dai professionisti campioni, dilettanti, amatori di 50 anni fino ai ragazzini di 15.

Se ragioni con la tua testa, sono convinto che comprendi che quello che stai leggendo è reale.

Infatti il Metodo Flow ha una base scientifica molto solida, altrimenti non avrei girato le migliori palestre d’Italia per insegnare il Metodo ottenendo tutte recensioni positive.

Se respiri male combatti male;
Se combatti male perdi!

Se respiri bene, combatti bene;
Se combatti bene vinci, o almeno di sicuro ti diverti!

Questa è la differenza che fa la differenza!

Adesso puoi finalmente liberarti di quel peso di sperare di avere fiato, ma averne la certezza perché sai esattamente coma fare, e cosa fare in ogni momento.

Non ci si inventa nulla, ma questo è il frutto di 16 anni di studio e ricerca.

Scopri come avere sempre fiato e lucidità mentale nel combattimento, impara il Metodo Flow.

Cosa impari con il percorso “La mente del Guerriero”?

In questo percorso vieni seguito step by step per allenare corpo e mente al combattimento in modo totale.

Impari a:

  • Gestire le tensioni e paure prima di una gara in due minuti.
  • Eliminare tutti gli errori peggiori che vengono fatti all’angolo.
  • Auto motivazione per cambiare energia psicofisica.
  • Tecniche di respirazione per l’equilibrio psicofisico.
  • Stimolare la tua mente inconscia per diventare più potente sul ring.
  • Avere una mente concentrata e focalizzata.
  • Aumentare la resistenza e mentre combatti.
  • Rimanere calmo quando va male il match.
  • Gestire le emozioni durante il match.
  • Eliminare la paura dei colpi

 

Sali sul ring in totale sicurezza delle tue abilità, senza dubbi, senza fragilità e paure.

Queste competenze una volta acquisite saranno tue per sempre!

Ogni singola nozione e tecnica la puoi studiare, provare e ritrovare tutte le volte che vuoi fino alla completa esecuzione e padronanza.

Una volta fatto avrai riprogrammato la tua mente in modo completamente differente, e il combattimento diventerà un vero gioco interiore.

Cosa trovo all’interno di questo percorso?

1 I principi di una mente vincente.
2 Come gestire le tensioni emotive prima del match.
3 Come incanalare la mente per ottenere gli obiettivi.
4 Come sfruttare al massimo la presenza mentale (e anche l’assenza).
5 Come le espressioni facciali influenzano le performance e quali sono quelle che dovresti tenere sul Ring.
6 Impara a lasciar andare le tensioni in eccesso.
7 Impara il potere potenziante delle parole.
8 Come funziona la fame energetica.
9 Come attivare la stato di Flow (lo stato che ha permesso ai miei atleti di diventare campioni).
10 Come respirare in allenamento e sul Ring.
11 Tecniche di respirazione.
12 Come sviluppare l’elasticità mentale di cui hai bisogno sul Ring.
13 Impara a gestire il potere della respirazione diaframmatica
14 DE-condizionamento emotivo con il diaframma
15 Scaricare le tensioni post match.
16 Come scolpire nella tua mente un’immagine vincente di te
17 Come portare i colpi lunghi.
18 Allenare la presenza mentale nel combattimento
19 Supera la paura dei colpi da soli
20 Eliminare la paura dei colpi in coppia
21 Eliminare la paura dei colpi in coppia (versione avanzata)
22 Supera la paura nelle schivate
23 Condizionamento ai colpi
24 Errori da evitare sul DE-condizionamento
25 Impara a gestire lo stress nel combattimento
26 Come gestire l’angolo emotivamente
27 Allenare la mente al sacco
28 Migliora la tua fluidità mentale al sacco
BONUS 1 Analisi del training con il CAMPIONE: Domenico Valentino
BONUS 2
Analisi del training con il CAMPIONE: Cristian Faustino

Per chi è questo percorso?

Il percorso “La mente del guerriero” è stato studiato apposta per essere utile ad atleti che maestri perché ci sono esercizi di ogni tipo singoli e in coppia.

Il percorso non è più accessibile perché
le iscrizioni sono state chiuse!

Esperto nello sviluppo delle performance fisiche e mentali.

Ha codificato il Metodo Flow, un metodo specifico di respirazione adattato al combattimento per aumentare resistenza, fluidità ed eliminare gli sprechi di energia.

Formatore da 16 anni, ha lavorato con tantissimi atleti campioni come Cristian Faustino, Domenico Valentino,  Elena Cardoni, Claudio Conti, Marian Bellettini, Nicola Severi, Georgian Cimpeanu ecc.

Odia le teorie, ama la pratica, la semplicità e le sfide difficili.

 

E-mail: info@metodoflow.com