PIÙ POTENTE DELLA MEDITAZIONE!

Bypassa la tua mente velocemente negoziando con il tuo inconscio per trasformare lo stress in energia potenziante a tuo favore, senza dover meditare per ore.

Cosa c’entra la tigre con te stesso?

 

Ad una prima occhiata poco e niente, ma in realtà c’è un filo conduttore che li lega.

Hai presente il film “Vita di Pi”?

Pi è un ragazzino cresciuto in uno zoo e per varie circostanze decide con la famiglia di trasferirsi oltre oceano, in Canada.

Purtroppo un terribile naufragio non salva nessuno.

Tranne Pi, una iena, una zebra è un orango.

I suoi “amici” di viaggio, causa fame, si eliminano a vicenda.

Pi crede di rimanere solo, ma dalla sottocoperta della scialuppa su cui aveva trovato rifugio salta fuori una tigre.

Onde evitare di farsi mangiare, si ripara su una zattera legata alla scialuppa.

Ma ben presto si accorge che non potrà continuare il viaggio così, nella scomodità più totale.

Decide così di renderla più mansueta.

La nutre pescando pesci per lei.

La disseta raccogliendo acqua piovana.

Così da riuscire a guadagnare la sua fiducia.

Beh, il film dura 3 ore circa e non sto qui a raccontarti tutto.

Quello che vorrei trasferirti è che se riesci ad “amicarti” la tigre, il viaggio della tua vita sarà molto più facile.

Perché cercare di sopravvivere come Pi, restando su una zattera, con la tigre che si mangia le tue provviste, ti farà morire di fame.

Al contrario, se la nutri e la disseti, sarà la tua migliore compagna di viaggio.

E tu che rapporto hai con la tua tigre interiore?

La nutri o ci combatti tutti i giorni?

Impara a nutrirla, a prenderti cura di lei, a dormire, a giocare e creare un’alleanza speciale in totale fiducia.

Quando riuscirai a fare questo, non dovrai più combattere, ne avrai più timore perché potrai accarezzala, farti proteggere e sentire la sua presenza sempre pronta a difenderti dai cattivi.

Non è fantastico?

Per fare questo, devi solo imparare la sua lingua e parlare con lei, e lei ti darà quello che chiedi.

Più potente della meditazione?

Sull’ipnosi e sulla meditazione per gestire lo stress, ansia e ritrovare l’equilibrio esistono centinaia di prove scientifiche che ne dimostrano l’efficacia e la validità, ma quanti hanno il tempo e la dedizione di mettersi a fare queste pratiche tutti i giorni?

In media le persone lo fanno all’inizio, ci provano con costanza, per i primi 7/14 giorni?

Non tutti hanno la costanza di resistere!

In più, la vita è sempre più caotica, e in una giornata molto stressante in cui non hai nemmeno il tempo di respirare, di certo non ti metti a meditare, a guardare il pendolo per calmarti e andare in trance.

Richiede un sacco di tempo.

Chiudi gli occhi e ti sdrai sul divano.

Poi arriva tuo figlio che ti chiede cosa c’è per cena.

Oppure ti squilla il telefono, o hai poco tempo.

E ci rinunci.

Ed è proprio in questo caso che l’ipnosi dinamica è il baluardo che fa la grande differenza contro i nemici del successo perché può essere praticata in qualsiasi momento, compreso quando sei sotto assedio.

  • Mentre guidi, mentre fai la spesa.
  • Quando sei in coda come tutti e il furbo di turno di sorpassa.
  • Mentre discuti con una persona.
  • Durante un’esame,
  • Un secondo prima di parlare con la persona con cui hai litigato.

Si hai capito bene!

A comando.

E che tu lo voglia o no… Tutte quelle piccole scelte, anche banali, ti condizionano sempre.

E le emozioni fanno a cazzotti con la razionalità.

Non ci stanno al gioco.

E ti trascinano, inesorabilmente.

Quanto sarebbe bello riuscire a gestire tutto?

Se vuoi essere un vincente, devi saper gestire e trasformare le tue emozioni nelle situazioni più complesse come se avessi un mixer per cambiare la musica.

Uno di questi mixer è il sistema simbolico analogico.

(Tra poco te lo spiegherò meglio)

E sai perché?

Chi comanda le tue azioni importanti?

Quello che leggerai adesso ti stravolgerà completamente se non hai dimestichezza con il tuo bambino interiore, quindi mettiti comodo e leggi con attenzione.

Devi sapere che noi pensiamo di avere controllo della nostra vita, di prendere le decisioni per ragionamento logico e basta, ma questa è una grande menzogna perché il comandante di tutto ciò è sempre l’inconscio.

 

Ti faccio alcuni esempi:

1 “Io quella cosa io non la farò mai!”


E poi ci caschi, la fai, e la rifai più volte.

 

2 “Farò l’esatto opposto dei miei genitori!”

Poi senza che te ne accorgi, diventi uguali e ripeti gli stessi comportamenti.

 

3 “Con quella persona io non ci starò mai”

E poi, magicamente si forma una energia che ti trascina da quella persona anche se non vorresti.

Hai presente quel mix tra odio e amore?

Sai che ti fa male, ma quando non la vedi ti manca, entrando nel caos interiore più totale.

 

4 Devo vincere quella gara/esame per forza!

Poi quando arrivi al momento di esibirti, ti blocchi, non ricordi più nulla e ti comporti in modo imbarazzante, come se non ti fossi preparato per niente.

 

5 Mi metto a dieta una volta per tutte!

Poi quando vedi il cibo perdi la testa e divori tutto come se fossi un coccodrillo affamato.

 

Immagino che questi semplici esempi siano abbastanza espliciti no?

Come vedi, la parte razionale tira da una parte, ma quella emotiva spinge dalla parte opposta.

E in questo caso, mi sento in dovere di scrivere un assioma molto interessante del mio maestro Stefano Benemeglio.

“Tra conscio e inconscio, vince sempre l’inconscio”

Questo si fa capire che più lotti a livello razionale di fare o non fare una determinata cosa, più l’inconscio tira dalla parte opposta con violenza, creando un divario tra queste due parti.

Una specie di ring interiore, una lotta tra chi ha ragione e chi no in cui nessuno vince, ma tutti ne pagano le conseguenze.

Lo scontro eterno tra conscio e inconscio

Devi sapere che la parte razionale pensa e processa in modo completamente contrario della parte inconscia.

Vedi la scritta AZNALUBMA!

No… non è una parolaccia in qualche lingua indigena.

E non è nemmeno un’imprecazione veneta!

È la scritta “ambulanza” vista dallo specchietto retrovisore.

Probabilmente ti chiederai cosa c’entra.

L’inconscio ha un linguaggio completamente differente dalla parte razionale.

Rispettare questo linguaggio ti darà una chiave di lettura diversa.

È come pretendere di leggere la scritta dell’ambulanza in modo giusto sia frontalmente che dallo specchietto.

È come parlare in cinese ad un russo.

Non ti capirà…

Per l’inconscio è praticamente impossibile processare le informazioni allo stesso modo in cui le guardi,

con la sola parte razionale.

Sono codici completamente differenti!

La parte razionale, conscia, processa in un modo.

La parte emotiva, inconscia, processa al contrario.

Più questo concetto sarà chiaro,

più smetterai di fare a pugni con te stesso.

Imparerai ad andare verso il problema…

Non più a indietreggiare…

Le situazioni più scomode saranno il tuo carburante.

Un supporto completo sia per la parte emotiva, sia per quella razionale.

Perché dare solo retta alla logica e continuare a non ascoltare le emozioni, sarà una caduta in picchiata.

Uno schiaffo così violento che nemmeno la mamma o papà ti davano da piccolo.

E credo che tu, di schiaffi emotivi, ne abbia già presi tanti!

Sarà l’ora di smetterla?

Questo sarai solo tu a deciderlo, e una volta deciso, tutto cambierà forma!

Che significa ipnosi dinamica?

Per imprinting veniamo stimolati a livello istintuale da parole, suoni, gesti sotto forma di simboli.

Questi comunicano direttamente con la nostra parte istintuale, come se fossero un bypass che entra direttamente nell’inconscio.

Si hai capito bene!

Senza fissare un punto per qualche minuto, usando questi segnali analogici puoi aumentare o diminuire l’energia psichica in pochi secondi come se fosse un pulsante.

Sei a una riunione o un esame importante e ti senti nervoso perché non puoi sbagliare, in base alla tua tipologia ti basterà mettere il dito (asta) o la mano (triangolo) sull’ ombelico, e in pochi secondi percepisci la differenza.

Oppure ti basterà muovere le mani ad asta o triangolo e in automatico sarai in grado di gestire, pensare e comunicare in modo completamente differente.

Come puoi notare è tutto molto istantaneo per il semplice fatto che è una comunicazione analogica, e non la classica logica limitante ad antiquata.

Ora chiediti, quanto vale una tecnica così semplice, ma nello stesso tempo potente e immediata?

Un movimento semplice delle mani senza dover studiare anni di tecniche di comunicazione per poi commettere sempre gli stessi errori.

Qui non dovrai studiare libroni enormi e annoiarti prima di capire qualcosa, ma dovrai sperimentare e goderti il presente con successo.

Non dovrai nemmeno fare anni di pratica prima di vedere i primi risultati.

Basandosi su una comunicazione analogica, i risultati saranno immediati!

Parliamo del negoziato con l’inconscio.

Negoziare con l’inconscio è un’arte che può essere appresa e resa automatica, ma perché avvenga questa trasformazione, serve una certa predisposizione al cambiamento, altrimenti potrebbe diventare solo un altro peso da portare per il soggetto.

Questa non è una disciplina per cani e porci che può imparare chiunque, ma solo per menti raffinate che vogliono veramente sviluppare le proprie qualità come mai prima d’ora.

Qui non si tratta di iniezioni magiche, riti vudù, convinzioni astrali, imparare delle formule a memoria e credere che vada tutto bene, e nemmeno la classica motivazione da super market spesso proposta.

Stiamo parlando di trattare con la parte più profonda di te, il tuo bambino interiore che è li che aspetta solo di essere riconosciuto, rincuorato, nutrito e ascoltato.

Dialogare con lui come se fosse una persona, creare una sorta di alleanza, di squadra vincente in cui l’uno si fida dell’altro.

Sai bene che la fiducia non la ottieni con i soldi, ma con i fatti!

Capisci perché questo percorso non è per cani e porci?

Se pretendi di intraprendere questo percorso per fare il gradasso, lascia stare perché come ho detto prima, l’inconscio non perde mai.

Serve tatto, intelligenza, disciplina, amore, passione, ma tanta voglia di scoprire sé stessi.

Come funziona il negoziato con l’inconscio?

Molto semplicemente, l’inconscio, detto anche parte emotiva, si nutre di emozioni.

Queste emozioni sono dette anche “tensioni emotive”.

Devi sapere che per l’inconscio non fa alcuna differenza tra un’emozione bella o brutta, perché lavora per quantità.

Nel senso che guardare un film divertente ti crea gioia, ma poi finisce la.

Se guardi un film horror, con le luci spente, il suono che ti rimbomba dentro, il cuore che pompa a mille, le mani che sudano, e poi fai pure fatica a dormire la notte per la paura…

…significa che il film horror ha prodotto una quantità maggiore di tensione.

Bene, questo ti fa capire che è facile creare tensione emotiva, quindi carburante emotivo con una situazione stressante che divertente.

Mi spiego meglio.

Se ti butti con il bungee jumping, o con il paracadute, il PRE-lancio è tutta una tensione incredibile.

Tremi come una foglia, sudori freddi, tensione, paura ecc.

Lo scambio in questo caso avviene cosi:

“Caro inconscio, io mi butto con il paracadute, e tu in cambio mi aumenti la mia autostima”.

Attendi la risposta, e se avviene il contratto, dovrai solo attuarlo e il gioco è fatto!

Ci sono decide di modi per negoziare con l’inconscio, ma questo è un piccolo esempio lampante.

Che risultati posso raggiungere?

I risultati saranno determinati solo dal tuo impegno, nel senso che puoi ottenere quello che vuoi se dai in cambio la merce di scambio necessaria.

Dovrai solo fare una valutazione dello stato attuale, e poi fare la richiesta e capire se quello che tu offri basta per “pagare” quel vantaggio.

 

Puoi aumentare una qualità che secondo te è carente, tipo

  • +autostima,
  • +determinazione,
  • +calma
  • +serenità,
  • +coraggio,
  • +carisma,
  • +elasticità mentale,
  • +forza mentale
  • +forza decisionale

…quello che vuoi.

Oppure puoi diminuire un difetto che ti rende la vita difficile:

  • -ansia da prestazione
  • -fame nervosa
  • -agitazione continua
  • -paure
  • -nervosismo
  • -timidezza

Puoi scegliere il problema attuale e negoziare con il Tuo inconscio per cambiare i livelli di energia di quella determinata qualità o problema.

Il limite in questo caso è solo nella tua testa!

 Ti faccio un piccolo esempio sull’autostima.

“Caro inconscio, da una scala da 1 a 10, a quanto è la mia autostima?”

E qui fai tutte le domande necessarie per capire il numero esatto.

Ipotizziamo che l’inconscio risponda 4, e vuoi portare la tua autostima a 8, passi alla fase negoziativa.

“Caro inconscio, per portare la mia autostima a 8, cosa vuoi in cambio?”

Da qui inizia l’indagine con le varie proposte da parte tua, e una volta trovato l’accordo è fatta!

Dovrai solo fare quella determinata azione emotiva per nutrire il tuo inconscio, e lui da a te quello che hai chiesto.

Varie proposte:

“Se mi butto con il paracadute accetti?”
“Se vado in giro per la città con la maglia rovescia accetti?”
“Se mi metto a cantare in mezzo alla gente accetti?”

Come puoi notare, non hai nessun limite, devi solo sbizzarrirti e divertirti.

Non ci credi?

Se è la prima volta che entri in contatto con il mondo dell’inconscio, posso immaginare il tuo stupore in questo momento.

Lo capisco, non è così semplice trasformare il proprio mind set leggendo due righe, serve tempo per digerire certe affermazioni, ma una volta comprese e digerite, riesci a fare cose straordinarie.

Non cade foglia che l’inconscio non voglia

Nonostante nella nostra vita ci adoperiamo costantemente per gestire le cose in un certo modo dal punto di vista logico, spesso e volentieri ci rendiamo conto che le cose non sono andate come avevamo preventivato, anzi alcune volte vanno in maniera totalmente opposta.

E proprio quando vanno in maniera opposta non riusciamo a mettere in piedi le sequenze logiche.

Siamo mente e cuore, siamo razionalità ed emotività.

A seconda delle nostre tipologie caratteriali e del nostro vissuto possiamo essere persone più o meno guidate dalla ragione e più o meno dall’istinto.

Ma per quanto possiamo essere, sembrare o sentirci forti e determinati, la nostra razionalità non è sufficiente a farci raggiungere gli obiettivi che ci poniamo.

Il nostro inconscio, tende a farci riprodurre gli schemi emotivi della nostra infanzia o comunque del nostro vissuto passato.

Spesso (potrei dire sempre) dietro alle nostre difficoltà, ai piccoli momenti di panico apparentemente inspiegati, ci sono degli eventi del nostro passato che non ricordiamo a livello logico.

Qualunque sia l’obiettivo che ti vuoi porre è importante prima stringere un patto con il proprio bambino interiore e fare sì che anche lui sia d’accordo e non frapponga ostacoli tra te e il tuo progetto.

Un decisivo salto di qualità rispetto alla inaccessibilità che nei secoli ha caratterizzato la sfera delle emozioni, inaccessibilità tale da far considerare spesso tutt’oggi la nostra emotività come una sorta di imprevedibile quanto ingovernabile avversario interno.

Eppure le nostre emozioni sono il motore energetico della nostra vita, sorgente di grandi passioni, genialità, creatività ma anche di comportamenti e situazioni spesso in contraddizione con ciò che la nostra logica si prefigge.

Questo linguaggio segreto ed universale del nostro inconscio che, una volta conosciuto ed introiettato nel proprio quotidiano, è in grado di consentire una inedita affascinante conoscenza di sé ed un radicale miglioramento della comunicazione con se stessi e con gli altri.

Contrariamente a ciò che si pensa, l’emozionale è intelligente, ben organizzata, ed opera spingendo l’individuo a conseguire il sogno, l’oggetto del proprio desiderio.

Rispetto alla parte logica (razionalità) che vuole evitare la sofferenza e reagisce con meccanismi di difesa, la parte emotiva (Inconscio) ricerca fondamentalmente il piacere sotto forma di emozioni.

Un importante compito assegnatogli dalla natura.

Con questo dialogo si crea una forza propulsiva che stimola la persona ad operare e ad evolversi.

É altrettanto vero che, nel caso in cui le emozioni procurate non siano sufficienti a colmare il bisogno emergente, l’inconscio, le cerca autonomamente.

E poiché non fa distinzione tra piacere e sofferenza, che sono categorie esclusive della razionalità, andrà necessariamente a ricercare stati tensionali…Ed è qui che casca l’asino.

Le nostre scelte sono determinate anche, e spesso assai significativamente, dal potere dell’inconscio.

La prima testimonianza.

Antonio Tartaglia

“Ho letto un’infinità di libri di comunicazione, PNL e crescita personale. La verità è che se non hai la testa equilibrata, non funziona niente!

Questo corso ti dà gli strumenti utili, pratici e immediati per migliorare le relazioni, ed essere più centrato e obiettivo.

Sono meno soggetto a farmi condizionare dallo stress e dalle nevrosi, sono molto più produttivo perché ho una parte inconscia che mi supporta! Torno a casa più sereno, con l’energia giusta!”

 

Rocco Vassallo

“Ogni singolo video ha dei contenuti utilizzabili immediatamente, e riesci a rispecchiarli in qualsiasi ambito nella giornata.
Più va avanti con i video ,e più si crea uno schema mentale personalizzato.
Riesco a trarre il meglio anche dalle discussioni perché riesco a trasformare lo stress e tensione in energia emotiva per me, migliorando le prestazioni durante la giornata.
Adesso negoziando con l’inconscio ho più successo con le ragazze perché mi sento più sicuro e calmo mentalmente.”

 

Secondo la LEGGE D’ATTRAZIONE

La legge dell’attrazione dice che qualsiasi evento, sia positivo che negativo, viene attratto da noi.

L’essenza di questa legge si basa suoi tuoi pensieri, su come ti senti in un preciso momento.

L’attrazione di situazioni e/o persone sbagliate avviene in base a quello di cui hai bisogno in quel momento specifico.

Ed ecco che sul posto di lavoro o in altri contesti ti senti connesso con persone arroganti e poco gentili.

Ebbene, sappi che sei tu ad attirare quel genere di persone, ma non devi fare l’errore di pensare che sia questo il tuo massimo, che sia questo ciò che ti meriti.

Sei solo tu che puoi decidere come cambiare.

Sei tu che gli dai il potenziale e sei tu che puoi toglierglielo!
Adesso puoi!

Niente interpretazione dei sogni, niente canti mantra, niente conversazioni infinite per ore infinite.

Solo un dialogo diretto e immediato con la tua parte più intima e preziosa, quella che fino ad ora e a tua insaputa, nel bene e nel male, ha governato la tua esistenza!

Scoprirai un alleato sicuro e fidato a cui rivolgerti per decidere su aspetti importanti della tua vita.

Perché non ascoltare anche il suo parere oltre quello che ti forniscono la tua razionalità e la tua riflessione?

Ti si aprirà uno spiraglio.
Una boccata d’aria.
Puro ossigeno ad uno schiocco di dita.

L’emotività è cibo

Nello stesso modo in cui tu ti nutri di carne, pesce, verdura, acqua o altro; l’inconscio si nutre di emozioni.
E appurato questo saprai cosa barattare.
Nulla ha un valore di per sé, ha valore solo l’emozione che suscita in noi.

Il mondo relativo cambia, cambiano i volti, le situazioni, le relazioni, ma ciò che non cambia è l’esigenza assoluta di creare e alimentare l’emotività.

Non puoi smettere di mangiare, così come l’inconscio non può smettere di ricercare emozioni.

Se qualcosa non ci crea più emozioni (turbamento), perdiamo interesse, non siamo più coinvolti.
Tutto ciò che ci coinvolge e ci turba lo fa perché genera in noi emozioni.

E tutto ciò che è emozione è vita!
Quante volte avrai detto di volere una vita tranquilla e senza stress…
Ma la verità è che senza si muore dentro.

Un vero e proprio carburante.

Ma un conto è avere carburante nel serbatoio e far girare la macchina come deve…

… un conto è buttarlo sulla macchina e dargli fuoco!

Stessa cosa avviene su di te se continui a non usare le emozioni a
tuo favore!

Almeno che tu non voglia bruciarti…

Quali Risultati ottengo con questo Percorso?

Molto dipende da te, dal tuo impegno e da quanto ti eserciti.

L’inconscio aspetta solo di essere nutrito nel modo giusto.

Se tu impari a nutrirlo e prenderti cura di lui, allora preparati a ricevere i suoi ringraziamenti raggiungendo risultati che nemmeno immagini.

 

Tra le altre cose che imparerai:

  • Come aumentare la tua autostima nei momenti difficili
  • Come aumentare il tuo carisma
  • Come gestire al meglio le situazioni più difficili
  • Trasformare lo stress e l’ansia da in potenziale.
  • Come gestire al meglio la logistica nelle varie situazioni di approccio di sera
  • Come comunicare con il tuo inconscio
  • Come dialogare in modo strategico con il tuo inconscio
  • Come negoziare con l’inconscio per ottenere quello che vuoi
  • Gestire le emozioni a velocità pazzesche
  • Come togliere potere ipnotico alle persone che non riesci a gestire
  • Come evitare di ripetere gli stessi errori

OPPURE DIMINUIRE UN PROBLEMA

  • Diminuire l’ansia
  • Eliminare la fame nervosa
  • Bloccare un’emozione dolorosa
  • Evitare di rincorrere una persona odiosa
  • Rendere neutrale una persona irritante

 

Adesso ti resta solo che fare pratica con il Tuo inconscio applicando queste tecniche, e lasciare che tutto diventi migliore creando un’alleanza con il tuo inconscio.

Anche perché è lì che aspetta solo di essere ascoltato e nutrito da te!

– Il più economico – 

 Negoziato con Inconscio

43 Video lezioni

43 Lezioni in formato Audio

 10 Tabelle analogiche
E-book
 Induzioni ipnotiche

Esercizi pratici     

647€

– Il più acquistato –

Master Mentalità Vincente

+ Negoziato con Inconscio

59 Video lezioni

43 Lezioni in formato Audio

18 Audio Training

 10 Tabelle analogiche
2 Book

    Induzioni ipnotiche

Esercizi pratici     

944€ 

solo 849

– Il percorso personalizzato –

Master Mentalità Vincente

+ Negoziato con Inconscio

+ 2 consulenze personalizzate

59 Video lezioni

43 Lezioni in formato Audio

18 Audio Training

 10 Tabelle analogiche
E-book

Induzioni ipnotiche

Esercizi pratici     

1224€ 

solo 1100

Specializzato in sviluppo dello stato di Flow, mentalità vincente e Respirazione strategica.
Ha aiutato centinaia di atleti a emergere applicando strategie psicofisiche analogiche per vincere nello sport sfruttando l’energia inconscia.

Formatore da 15 anni ha lavorato con tantissimi atleti campioni come Cristian Faustino, Domenico Valentino,  Elena Cardoni, Claudio Conti, Marian Bellettini, Nicola Severi, Georgian Cimpeanu ecc.

Da 30 anni nello sport agonistico da combattimento, ritiene che il ring è la metafora della vita, e che il combattimento prima di tutto è mentale, e solo dopo fisico.

Grazie all’uso dell’uso di queste tecniche, aiuta le persone a spegnere quel “combattimento interiore” ed esprimere le proprie abilità nel lavoro e nella vita privata.

Odia le teorie, ma ama la pratica, la semplicità e le sfide difficili.